Virus smartphone android

Virus Android: quali sono i più pericolosi?

Quanti di voi hanno un dispositivo Android? Probabilmente, la maggior parte, ma sapete che siete soggetti ad una serie di minacce da virus Android creati ad hoc?

Proprio per mettervi in guardia e tenervi al riparo dai malware e dai virus Android più diffusi abbiamo pensato di darvi qualche piccola dritta per aumentare la sicurezza del vostro telefono.

Prima di tutto, i malware sono una delle principali minacce per i dispositivi in generali e per proteggersi da questi è consigliabile, se non addirittura necessario, fare tre cose

  • dotare il proprio cellulare o dispositivo mobile di un buon antivirus;
  • scaricare app solo dagli store ufficiali;
  • intervenire subito nel caso in cui il proprio dispositivo dovesse essere infettato.

Virus Android cosa sono

I virus più comuni ed utilizzati tra gli hacker per avere accesso ai dispositivi mobili e fissi sono i malware: si tratta di un software malevolo, che il malintenzionato carica nel sistema operativo violato, mettendo a rischio la sicurezza del dispositivo stesso.

Attraverso tale sistema, infatti, riescono ad infiltrarsi in pc, smartphone, tablet, smart TV e addirittura smartwatch.

Gli scopi possono essere i più disparati: dal furto di dati importanti, come quelli delle carte di credito, fino a quello dell’identità digitale per condurre azioni illegali, passando per il tentativo di utilizzare determinati servizi senza pagare, come nel caso di un accesso abusivo ad una smart TV.

In sostanza, ogni connessione online porta con sé il rischio di essere attaccati da un virus, anche solo aprendo una mail o scaricando un’app infetta o navigando su una pagina che abbia un malware.

Altre volte, le app pericolose si trovano all’interno di altre app, ecco perché consigliamo di scaricarle sempre e solo dagli store ufficiali.

Ormai, i dispositivi mobili sono quelli più attaccati dai cybercriminali, in quanto sono sicuramente prede più facili, data la mancanza di antivirus efficaci, il fatto che il sistema di gestione delle autorizzazioni sia molto semplice e poca attenzione ad app e file scaricati ogni giorno.

Pensate che molto spesso il proprietario di un tablet, di uno smartphone o di altri dispositivi mobili non sono neanche a conoscenza del fatto che il proprio apparecchio sia stato infettato!

Come capire se c’è un virus Android sul dispositivo

Se avete il dubbio che possa esservi un virus nel vostro dispositivo, sappiate che è possibile esserne certi verificando se vi siano alcune anomalie o comportamenti anormali, che modificano le prestazioni del dispositivo anche solo in piccola parte.

Tra gli indici più comuni di un’infezione da virus ci sono uno scorretto funzionamento del dispositivo, una navigazione lenta, la ricezione di una quantità eccessiva di annunci, l’arresto improvviso del sistema operativo, l’aumento della temperatura del dispositivo anche quando i programmi non sono aperti.

Insomma, a volte bastano piccoli segnali per rivelare la presenza di virus.

Malware più diffusi su Android

Google e i suoi sviluppatori di applicazioni fanno un enorme sforzo per tenere i proprio utenti dai rischi insiti negli attacchi hacker, tuttavia sono tante le app per Android al cui interno sono nascosti malware.

I tipi più diffusi sono:

  • l’adware, che mostra annunci pubblicitari illegali;
  • gli spyware, attraverso i quali gli hacker spiano un utente;
  • i worm, che distruggono i file;
  • i virus, che colpiscono in modo diretto il codice del sistema operativo;
  • i trojan, che sono tra i malware più pericolosi, in quanto permettono di ottenere informazioni sensibili dal dispositivo, come i dati delle carte di credito o i dati bancari.

Inoltre, negli ultimi tempi stanno prendendo sempre più piede altri strumenti, quali i cryptomining, ossia quegli strumenti con cui si sfruttano le capacità di calcolo del proprio apparecchio per minare le criptovalute: in questo modo, calano le prestazioni del dispositivo fino ad arrivare ad un suo completo inutilizzo.

Allo stesso modo, bisogna fare attenzione anche ai ransomware: attraverso questi, i cybercriminali sono in grado di bloccare lo smartphone e, in seguito, richiedere un riscatto per lo sblocco.

Un altro strumento da cui tenersi a riparo sono i keylogger, ossia dei meccanismi che permettono a chi li controlla di sapere quali tasti stia digitando il proprietario, mentre gli exploit permettono addirittura di infettare un dispositivo e di prenderne il controllo.

Virus Android più pericolosi

Ogni giorno, i criminali digitali sviluppano virus sempre più nuovi e pericolosi ed è per questo che aggiornare il proprio dispositivo mobile è il modo in assoluto più sicuro per tenerlo protetto a dovere.

Virus che compromettono il microfono

Questi virus permettono ad hacker e cybercriminali di spiare le conversazioni private.

Sono tipologie di virus in forte diffusione, grazie all’aumento della quantità di vocali inviati tramite app di messaggistica istantanea.

Molti sono capaci di registrare le chiamate, scattare fotografie e intercettare i messaggi di testo.

Per sapere come verificare se il vostro telefono sia sotto controllo, vi rinviamo al nostro articolo in materia.

Virus che compromettono la batteria

Come già accennato, alcuni virus attaccano la batteria, in modo da danneggiarla e da farla scaricare completamente.

In alcuni casi, come avveniva con Loapi, riescono a surriscaldare la batteria al punto da deformarla o farla addirittura espoldere!

Simile è il malware DrainerBot, capace di consumare tutti i giga del cellulare e di scaricarne la batteria.

Virus che compromettono la memoria interna

Questo tipo di virus interessa molto più di frequente dispositivi vecchi e, quindi, più vulnerabili.

Questo malware riesce ad infilarsi nei dispositivi mobili, in modo da prenderne il controllo totale.

Come proteggersi

Oltre ai sistemi indicati nel nostro precedente articolo su come proteggere il proprio dispositivo Android, vi sono ulteriori soluzioni per mettersi a riparo da eventuali malware e virus.

Prima di tutto, la cosa essenziale è prevenire eventuali rischi, in modo da non dovercisi imbattere in seguito.

Per questo motivo, consigliamo di installare un buon antivirus e di aggiornarlo effettuando periodicamente delle scansioni.

Nella maggior parte dei casi, è preferibile scegliere una versione a pagamento, in quanto il livello di protezione delle versioni gratuite è di molto più basso.

Altra avvertenza è quella di evitare di scaricare app da fonti dubbie e da store non ufficiali, magari cliccando link non verificati.

Evitate, inoltre, di toccare immagini e banner pubblicitari e fate attenzione a scansionare i file prima di scaricarli.

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

METTI AL SICURO LE TUE COMUNICAZIONI

Crypty Secure

Crypty Secure

Azienda leader nella sicurezza delle comunicazioni.

Post più letti

ULTIMI POST

NESSUN LOG SALVATO

NESSUNA BACKDOoR

CRYPTY TALK

MESSAGGISTICA E CHIAMATE SICURE CONTRO LE INTERCETTAZIONI
BEST APP

COMPLETAMENTE ANONIMA

CRYPTY BOX

PER NAVIGARE IN MODO SICURO E PROTETTO
BEST APP

ISCRIVITI A CRYPTY NEWS

Ricevi info e news sul mondo della sicurezza delle comunicazioni