spiare facebook

Spiare facebook: app e trucchi per agire indisturbati

In molti si chiedono se sia possibile spiare Facebook.

L’evoluzione di Facebook ha portato, col tempo, al suo utilizzo anche per le comunicazioni di tutti i giorni ed è proprio in virtù di questo suo impiego che le modalità per spiare Facebook stanno catturando sempre più l’attenzione dei suoi utenti.

Infatti, se prima si accedeva a questo social per condividere contenuti e restare in contatto con amici e conoscenti, oggi, anche grazie all’implementazione di Messenger, viene utilizzato sempre di più nelle vesti di un’app di messaggistica istantanea. 

Se volete scambiare un messaggio con un vostro amico, un vostro collega o un vostro parente o conoscente, potete liberamente servirvi di Facebook, che dà la possibilità di effettuare anche videochiamate con altri contatti, sia in forma individuale che in gruppo.

Insomma, le sue funzioni sono sempre più simili a quelle di WhatsApp, di Telegram Crypty Talk e di altre app di messaggistica istantanea!

Se volete conoscere quali siano le tattiche messe in atto dagli hacker per sbirciare i profili altrui e accaparrarsi materiale, violando la privacy degli utenti, allora siete nel posto giusto.

La sicurezza informatica, infatti, è sempre un tasto dolente, in particolar modo quando si parla di social.

Le modalità di utilizzo di Facebook e social network affini sono sempre più studiati da hacker e cyber criminali, che hanno individuato in essi una fonte comoda e veloce per avere accesso ad una quantità incredibile in informazioni.

Tale scopo viene raggiunto da questi soggetti attraverso l’utilizzo di apposite app spia, delle quali molte sono difficili da utilizzare e davvero costose, per cui non sono alla portata di tutti.

In alternativa, però, è possibile ricorrere ad app più accessibili, che, pur nascendo per scopi diversi e leciti, come anti furto o come parental control, ad esempio, permettono di controllare in modo accurato e minuzioso l’utilizzo che si fa dei social.

A ciò, si aggiungono anche tecniche specifiche a cui ricorrono hacker e cyber criminali, che non richiedono l’istallazione di alcuna app sul dispositivo della vittima.

Vediamo, dunque, quali sono i sistemi più utilizzati per spiare Facebook all’insaputa del soggetto designato come vittima.

App per spiare Facebook

Le applicazioni che permettono di avere accesso alle conversazioni e alle comunicazioni che avvengono tramite Facebook dal cellulare si dividono in app professionali e app ideate per fini di parental contro o anti furto.

Al primo gruppo appartengono tutte quelle applicazioni pensate proprio per penetrare negli account privati degli utenti: tra questo, vi sono DroidSheep o iKeyMonitor, che hanno una difficoltà e un costo maggiore.

Nel secondo gruppo, invece, rientrano quelle applicazioni che, nascendo per fini leciti, vengono piegati per realizzare fini illeciti: queste sono più semplici da utilizzare e alla portata di tutti, con possibilità di prove gratuite. Queste app permettono di tenere sotto controllo le attività social degli utenti, come nel caso di mSpy, Facebook Password Decryptor, Qustodio e Cerberus.

MSpy

Quando si parla di mSpy, ci si riferisce ad un’app di spionaggio pensata per Android e iOS e specifica per il monitoraggio dei dispositivi mobili altrui in tempo reale, disponibile in una versione base di prova e ad una versione premium di prova, utilizzabili gratuitamente per 7 giorni.

L’utilizzo di questa applicazione permette di svolgere un controllo sulle attività del dispositivo dei propri figli, degli impiegati della propria azienda e del proprio partner.

A seconda della versione scelta, potrete utilizzare illimitatamente le funzioni dell’app per i 7 giorni di prova, scaduti i quali potrete scegliere se disinstallare l’app o se acquistarne la licenza di uno, tre o dodici mesi direttamente dal sito ufficiale.

Una volta installato sul dispositivo da spiare, l’app inizia a registrarne le attività e a caricare in segreto sul server web di mSpy i dati ricavati, così da potervi accedere attraverso il vostro profilo mSpy online.

Facebook Password Decryptor

Se, invece, il vostro scopo è quello di risalire alle password Facebook del proprietario del dispositivo, allora l’applicazione più adatta è Facebook Password Decryptor.

Questa app permette di scoprire le password di Facebook da diversi browser, quali Internet Explorer (v4.0 – v10.0), Firefox, Google Chrome, Chrome Canary/SXS, CoolNovo Browser, Opera Browser, Apple Safari, Flock Browser, Comodo Dragon Browser, SeaMonkey Browser, Paltalk Messenger, Miranda Messenger, oltre ad essere compatibile con tutti i sistemi operativi Microsoft da Windows XP a Windows 8 a 32 e 64bit.

Una volta scaricata l’app dal sito ufficiale, cliccate sul pulsante Start Recovery per avviare la scansione delle informazioni: al termine del processo, visualizzerete i dati relativi all’account di Facebook di vostro interesse con le relative password.

Qustodio 

Qustodio è un’app perfetta sia per i dispositivi Adnroid che per quelli iOS, nata con il fine di parental control e che permette di controllare l’utilizzo che il proprio figlio fa del cellulare.

Tramite questa, potrete bloccare i contenuti inappropriati, gestire il tempo passato avanti al dispositivo, controllare app e giochi scaricati e monitorare le attività svolte sui social.

È sufficiente installarla sul dispositivo mobile della persona che volete controllare, scaricandola dal sito ufficiale o da un app store.

In questo modo, potrete controllare e verificare i movimenti fatti su Facebook e sugli altri social e ottenerne un resoconto dettagliato, cliccando su Attività social.

Cerberus

Cerberus è un’app Android, che permette di monitorare da remoto il cellulare in caso di furto.

Attraverso Cerberus, potete localizzare il dispositivo, bloccarlo, cancellarne i dati, scattare foto da remoto ed eseguire un backup completo dei file che si trovano sul dispositivo stesso; inoltre, potrete effettuare screenshot, video e registrazioni dello schermo, senza che la persona che ne sia in possesso possa sospettare di nulla.

Tecniche per spiare Facebook dal cellulare

Se non volete o non potete ricorrere all’installazione di un’app, potete servirvi di metodi alternativi, che vi indichiamo di seguito.

Ingegneria sociale

Questa tecnica permette a chi voglia spiare un cellulare di prenderne pieno possesso, sfruttando la distrazione del suo proprietario.

Come? Chiedendo in prestito il cellulare per una chiamata di emergenza o per inviare un SMS, ad esempio, così da avere modo di controllare le credenziali dell’account Facebook del proprietario.

Inoltre, è possibile che il malintenzionato ne approfitti anche per installare sul dispositivo una delle app spia di cui abbiamo già parlato, così da poter controllare più facilmente le attività social svolte su questo.

Keylogging

Un altro sistema è quello di utilizzare un keylogger, ossia un software capace di registrare le parole digitate sulle tastiere.

Di questi software ne esistono sia per PC che per smartphone e alcune permettono addirittura all’hacker di agire indisturbato da remoto.

Con questo sistema, è possibile impossessarsi delle credenziali di accesso a Facebook o ottenere il contenuto dei testi inviati per messaggio o chat tramite questo social.

Phishing

Altra tecnica è quella del phishing: l’hacker invia una mail apparentemente proveniente da Facebook.

In tal caso, alla vittima viene richiesto di fornire le proprie credenziali di accesso e di cliccare sul link riportato nel messaggio.

Può sembrare un trucco banale, ma sono ancora tanti gli utenti che vi abboccano e che, di fatto, regalano nelle mani di questi cyber criminali il pieno accesso al proprio profilo Facebook.

StalkFace

Tuttavia, il metodo più rapido per spiare Facebook è farlo attraverso l’ID, ossia ricavando la sequenza numerica univoca associata ad un profilo Facebook, conoscendone semplicemente l’URL.

Proprio in questo modo funzionano StalkFace e StalkScan, due siti internet che permettono di spiare un profilo Facebook pur senza essere amici, conoscendo solo l’ID associato.

Tramite tale sito e all’insaputa della vittima, è possibile risalire a like, commenti, iscrizione a gruppi, luoghi visitati e foto.

È sufficiente accedere al sito ufficiale, inserire l’URL del profilo che si vuole spiare e avviare la ricerca: il risultato sarà la sequenza numerica che indica l’ID del profilo selezionato, attraverso il quale svolgere un controllo approfondito.

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

METTI AL SICURO LE TUE COMUNICAZIONI

Crypty Secure

Crypty Secure

Azienda leader nella sicurezza delle comunicazioni.

Post più letti

ULTIMI POST

NESSUN LOG SALVATO

NESSUNA BACKDOoR

CRYPTY TALK

MESSAGGISTICA E CHIAMATE SICURE CONTRO LE INTERCETTAZIONI
BEST APP

COMPLETAMENTE ANONIMA

CRYPTY BOX

PER NAVIGARE IN MODO SICURO E PROTETTO
BEST APP

ISCRIVITI A CRYPTY NEWS

Ricevi info e news sul mondo della sicurezza delle comunicazioni