Blocco schermo cellulare per la sicurezza

Blocco schermi: come proteggere la privacy in modo semplice

Proteggere la tua privacy con il blocco schermi? Si può ed è semplicissimo.

Forse in pochi ci fanno davvero attenzione, ma in realtà la funzione di blocco schermi si presta ad essere uno degli alleati più utili per tutelare la privacy dei vostri dispositivi.

Il blocco schermi, infatti, fa un po’ da prima linea di difesa contro coloro che vogliano intromettersi e ficcare il naso nei vostri affari, che sia per motivi personali o per tentativi di attacchi da parte di hacker e cyber criminali, che mirino ad appropriarsi dei vostri dati sensibili.

Con la diffusione degli smartphone e dei dispositivi mobili sempre più essenziali e a portata di mano, si è ormai costantemente in contatto e interconnessi con il mondo circostante.

Il modo di comunicare, di relazionarsi, di lavorare, di fare acquisiti e anche di trascorrere il tempo libero è cambiato in modo sostanziale.

In prevalenza, ciò ha apportato molti benefici in termini di sviluppo e di rapporti, ma il rovescio della medaglia è il maggiore rischio che corre la privacy di ognuno di noi.

Infatti, proprio perché sono ormai diventati strumenti di uso quotidiano, in grado di farci svolgere una serie di operazioni anche molto significative, gli smartphone e gli altri dispositivi mobili contengono moltissimi dati sensibili.

Ciò significa che, se dovessero essere violati da cyber criminali o finire nelle mani di persone sbagliate, potrebbero trasformarsi in una porta spalancata sulla vita privata di una persona, con possibilità di accedere a password, conti correnti, numeri di carte di credito, dati, foto, video e un’infinità di informazioni personali.

Come fare per tutelarsi dal rischio di furti di dati, furti di identità e altri spiacevoli inconvenienti?

Ebbene, il metodo di cui vi parliamo oggi è forse uno di quelli più semplici e consiste nel servirsi della funzione di blocco schermi presente su ogni cellulare, smartphone o dispositivo mobile.

Questa serve per evitare che al vostro dispositivo possa accedervi chiunque liberamente, per cui vi consigliamo di optare per un sistema sicuro e di utilizzare un PIN o una password difficili da individuare.

Per una maggiore sicurezza, potete anche ricorrere ad un sistema di sblocco con sensore biometrico, come impronta digitale o riconoscimento del volto.

Per abilitare questa funzione, il procedimento cambia a seconda che abbiate uno smartphone iOS o Android.

Blocco schermi iOS

Se avete un iPhone, potete attivare il blocco schermo andando in Impostazioni e selezionando le voci Touch ID e codice o Face ID e codice, se avete un iPhoneX, scegliere Aggiungi codice o Cambia codice ed impostare quello che preferite.

Tuttavia, l’iPhone dà anche la possibilità di bloccare lo schermo del dispositivo da remoto.

Se avete smarrito il cellulare, ad esempio, o lo avete lasciato distrattamente a casa di un amico e volete evitare che qualcuno possa “ficcare” il naso nei vostri affari, potete bloccarne lo schermo anche da lontano.

Perché ciò sia possibile, dovete aver attivato il servizio Trova il mio iPhone nelle impostazioni e il cellulare deve essere acceso, connesso a internet e con il GPS attivo.

In mancanza anche solo di uno di questi elementi, allora non potrete accedere a distanza al vostro iPhone e svolgervi le operazioni ammesse anche da remoto.

Per prima cosa, accedere al sito iCloud.com ed effettuate l’accesso con le credenziali del vostro ID Apple o, in ogni caso, con quelle dell’ID Apple configurato sull’iPhone che volete bloccare.

Cliccate sull’icona Trova iPhone, digitate la password del vostro ID Apple, se richiesta, e aspettate finché non appare la mappa di Apple Maps sullo schermo.

Cliccate su Tutti i dispositivi e sul nome del vostro iPhone dal menu che si apre: se accanto al nome compare un cerchietto verde, allora significherà che il telefono è stato individuato e che potrete bloccarlo senza problemi da remoto; in caso contrario, significherà che il cellulare non è stato individuato.

Scegliete l’operazione di vostro interesse nella lista dei comandi che potete impartire a distanza al vostro dispositivo.

Localizzato l’iPhone sulla mappa, in alto a destra cliccate su Modalità smarrito e seguite le indicazioni, ma la procedura è davvero semplice.

Vi basterà, infatti, impostare il codice di sblocco per proteggere l’accesso; inoltre, potrete anche digitare un numero di telefono o un messaggio personalizzato da visualizzare nella schermata di blocco dell’iPhone.

Concludete la procedura cliccando su Fine e da questo momento in poi il vostro iPhone sarà bloccato con il codice che avete impostato dal PC.

Nel caso in cui non abbiate un PC da cui svolgere la procedura, potete procedere anche tramite l’app Trova iPhone per iOS, utilizzabile da qualunque dispositivo portatile Apple e al quale si accede con ID Apple configurato sull’iPhone a cui volete risalire.

La procedura è praticamente identica, cambia solo il dispositivo da cui la seguite.

Blocco schermo con codice di sblocco

Se volete bloccare lo schermo dell’iPhone perché non avete impostato un codice di sblocco durante la configurazione iniziale, andate sull’icona dell’ingranaggio e accedete alle impostazioni iOS, selezionate Touch ID e il codice dalla schermata. 

Continuata con Abilita codice e impostate il codice di 6 cifre per bloccare lo schermo, digitandolo due volte.

Potete anche impostare un codice di sole 4 cifre o una password composta da numeri, lettere e caratteri speciali: per farlo, andate su Opzioni codice e scegliete tra Codice alfanumerico personalizzato o Codice numerico a 4 cifre.

Non vi resta che digitare il codice o la password da voi scelti e confermare.

Blocco schermo con Touch ID

Per configurare lo sblocco schermo con l’impronta digitale, andate sempre in impostazioni, cliccando sull’ingranaggio nella home, selezionate Touch ID e codice e digitate il codice di sblocco dell’iPhone.

Abilitate l’opzione Sblocco iPhone spostando la levetta su ON, cliccate su Aggiungi un’impronta e seguite le indicazioni per configurare il riconoscimento dell’impronta.

A questo punto, poggiate il polpastrello sul tasto Home e muovetelo leggermente, sollevandolo e riappoggiandolo sul tasto.

Sullo schermo dovrebbe uscire la scritta Regola la presa, quindi impugnate il telefono in modo naturale e poggiate di nuovo il dito sul tasto Home.

Con la stessa procedura, potete configurare fino a 5 impronte, mentre se volete cancellare un’impronta memorizzata in precedenza, andate nelle impostazioni e su Touch ID e codice di iOS, digitate il codice di sblocco e selezionate l’impronta da cancellare.

Blocco schermi Android

Se avete uno smartphone Android, invece, andate nelle Impostazioni e cliccate su Sicurezza, Blocco Schermo e PIN.

Per scegliere quale protezione adottare, è sufficiente, infatti, andare nel menu impostazioni, cliccare su Sicurezza e posizione e accedere a Blocco schermo, attivando la protezione che si preferisce tra PIN, password o sequenza grafica.

I modelli più nuovi degli smartphone Android permettono di sbloccare lo schermo con impronta digitale, riconoscimento facciale e riconoscimento dell’iride.

Tuttavia, è necessario impostare anche una protezione accessoria tra PIN, password o sequenza: infatti, se il riconoscimento biometrico di impronta, viso e iride dovessero fallire, allora il dispositivo chiederà di digitare PIN, password o sequenza.

Smart Lock

Android mette a disposizione dei propri utenti anche la funzione di Smart Lock, che permette di evitare il blocco schermo quando ci si trova in un luogo affidabile, come casa propria, ad esempio.

Smart Lock si serve dei servizi di geolocalizzazione per individuare la posizione del dispositivo e disattivare il blocco schermo quando ci si trova nel luogo indicato.

La funzione si attiva sempre dalle impostazioni, selezionando Sicurezza e posizione e, quindi, Smart Lock.

A questo punto, cliccate Luoghi attendibili e impostate una zona in cui il blocco schermo dovrà essere disattivato.

La funzione permette di tenere il dispositivo sbloccato, in modo da accedere più facilmente alla schermata Home, quando a contatto con il corpo o nelle vicinanze venga rilevato un device conosciuto o con riconoscimento facciale o vocale positivo.

Inoltre, anche gli utenti Android possono individuare il proprio dispositivo e bloccarlo tramite Trova il mio dispositivo di Google.

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

METTI AL SICURO LE TUE COMUNICAZIONI

Crypty Secure

Crypty Secure

Azienda leader nella sicurezza delle comunicazioni.

Post più letti

ULTIMI POST

NESSUN LOG SALVATO

NESSUNA BACKDOoR

CRYPTY TALK

MESSAGGISTICA E CHIAMATE SICURE CONTRO LE INTERCETTAZIONI
BEST APP

COMPLETAMENTE ANONIMA

CRYPTY BOX

PER NAVIGARE IN MODO SICURO E PROTETTO
BEST APP

ISCRIVITI A CRYPTY NEWS

Ricevi info e news sul mondo della sicurezza delle comunicazioni